La birra fa bene alla salute

bottiglia birra bicchiere tavolo salute

Bere birra è un gesto rilassante: se oggi la producono anche i frati nei loro monasteri, vorrà dire che è di aiuto non solo al corpo, ma anche allo spirito e che insieme all’ora et labora ci sta bene anche “il fare la birra”. Col suo potere distensivo, la mente abbandona ogni resistenza, le tensioni nel corpo si allentano ed è il concedersi divino di uno stato di vacanza temporanea. Persino la giornata più nera vira verso il piacere se beviamo un buon boccale di birra in compagnia degli amici. Quando poi si scopre che è anche di aiuto alla salute, beh, allora, non ci sono più scuse.

Bando ai consueti pregiudizi minatori sulla birra: il terroristico “lievita e gonfia la pancia” e l’allarmista “fa ingrassare” sono poco più che leggende metropolitane o bufale digitali. Infatti, secondo la nutrizionista Kathryn O’Sullivan la birra in realtà aiuta a mantenersi addirittura in linea. A differenza dei soft drink e degli aggressivi superalcolici, alza di meno il livello di zuccheri nel sangue ed inoltre, essendo costituita per il 93% d’acqua, è persino dissetante.

Se ci viene in mente la pancia di Homer Simpson, sappiamo che quella è cattiva alimentazione da cibo spazzatura. È inverosimile infatti che un consumo moderato di birra, sia associato ad un considerevole aumento di peso. Oltre a rilassarci e a metterci in uno stato di grazia, ci fa anche da integratore vitaminico: la birra non pastorizzata pare che contenga grandi quantità di vitamina B.

Noi birracostieri dell’Adriatico, conosciamo bene tutti i benefici della birra sulla nostra salute. Una birra come Costa est, che sia Pupa, Inachis IO, o Carata è ancora più nutriente: con una pinta di birra classica immagazziniamo fosforo, magnesio, potassio e calcio e nella nostra troviamo ancora più benessere, perché è nata tra le morbide colline pesaresi marchigiane. Dove la dolce vita italiana si respira in riva al mare, coi piedi nudi all’aria, ricca di iodio della riviera e al profumo di pesce fritto. Siamo birrai di mare: d’estate ci solleva dall’afa, ci mantiene idratati, ci rende più luminosi, ci aiuta ad abbronzarci in sicurezza, ci strappa più sorrisi e ci rende più social.

Quanti benefici in una bevanda sola!

Non ci lasceremo convincere mai dai salutisti che la birra fa male: come recita uno dei nostri saggi mantra: “ogni tazza di caffè d’orzo uccide una birra artigianale”. È noto anche che bere birra aumenti la produzione di bile che aiuta a digerire i cibi grassi. Forse è per quello che Homer ne ha sempre una a disposizione mentre divora ciambelle davanti alla tivù. Inoltre, la birra è una fonte di fibre, tanto quanto il bifidus. Pensate che sollievo: non avremo più bisogno del vasetto di Activia al mattino per avere con soli due bicchieri il 30% del fabbisogno giornaliero di fibre. D’altronde essendo fatta con un cereale, l’orzo, la birra contiene l’acido ferulico: un potente antiossidante che protegge la pelle dai danni del sole.

Inoltre, può essere usata per rendere i capelli più belli. Janey Lee Grace, autrice di “Look great naturally… Without ditching the lipstick”, spiega: “Il luppolo, grazie al silicio, aggiunge luminosità, volume e fortifica i capelli dall’interno. Ma prima di fare un impacco, è necessario bollire la birra per rimuovere l’alcol, che può privare i capelli del naturale rivestimento di grassi.” Più sani, più belli, più felici con la birra. Last but not least, assumiamone quantità moderate, per prevenire il temibile Alzheimer.

Dove eravamo arrivati?

Contattaci per maggiori informazioni! Compila il form qui sotto:

Il tuo nome*

La tua email*

Il tuo telefono

Il tuo messaggio